Il Marchesino Francesco Longhi a Mistero: la terribile storia del bimbo ucciso dalle sorelle

Marchesino Francesco Longhi a MisteroLa storia del Marchesino Francesco Longhi è macabra ed inquietante. Forse è soprattutto per questo motivo che questa sera il cast di Mistero indaga sulla morte del piccolo e sulla sua “sepoltura”. Se lo avete perso, ecco il video del servizio sul Marchesino realizzato da Lucilla Agosti. Ma qual è la vera storia del Marchesino Francesco Longhi e perchè è stato ucciso? La triste storia del marchesino sarebbe avenuta nel casello di Fumone che fu teatro, in passato, di altri numerosi macabri avvenimenti. Il castello di Fumone, infatti, è stato adibito, anni e anni fa, a prigione dello Stato della Chiesa: qui vennero perpetrate, ai danni degli infedeli, torture disumane ed inimmaginabili. Si narra che nel castello ancora oggi i visitatori avvertano le urla di dolore dei prigionieri.
Ed è proprio nel castello di Fumone che si colloca la storia del Marchesino Francesco Longhi. Il Marchesino era l’unico figlio maschio: sua mamma Emilia Caetani Longhi, oltre a lui, aveva dato alla luce ben sette figlie. Francesco, dunque, era l’unico erede di tutte le ricchezze e le proprietà della famiglia. Ed è proprio questa circostanza che ha portato alla morte del Marchesino. Le sue sette sorelle invidiose non avevano alcuna intenzione di rinunciare alle ricchezze familiari e ordirono un piano terribile per uccidere il piccolo Francesco. Le sorelle del Marchesino misero dei piccoli pezzi di vetro nel cibo del bimbo che, dopo aver mangiato, inizio ad essere sconvolto da dolori lancinanti e terribili allo stomaco. Il Marchesino morì, così, a soli 5 anni, tra atroci sofferenze per mano delle sue sette sorelle.
Il corpo del piccolo venne imbalsamato con la cera in modo che sua mamma potesse sempre tenere accanto il piccolo Francesco. Le spoglie del marchesino sono esposte proprio nel castello di Fumone. Dopo la morte del marchesino, sua mamma diede un ordine preciso: ridipingere tutti i quadri di famiglia eliminando le scene di felicità e serenità.
Ma vi è anche un’altra storia legata alla morte del piccolo Francesco Longhi. Si narra, infatti, che il fantasma di sua madre si aggiri ancora, senza pace, nella sale e nelle camere del castello di Fumone. Ogni notte la mamma del Marchesino si recherebbe nella stanza dov’è conservata la teca con il corpo di suo figlio per abbracciarlo. E, ogni notte, riecheggiano nel castello i passi del fantasma e i singhiozzi della mamma. Inoltre lo stesso marchesino, ogni notte, si diletterebbe a spostare oggetti e fare scherzi…

Posted by Admin   @   6 febbraio 2013

Comments

Comments

Powered by Wordpress   |   Lunated designed by ZenVerse
7ads6x98y